• Campagna Tesseramento 2018/2019

    Campagna Tesseramento 2018/2019

    Più cultura meno paura: dal primo ottobre parte la campagna adesioni.
  • Bando Servizio Civile 2018

    Bando Servizio Civile 2018

    Pubblicate qui le graduatorie PROVVISORIE del bando del 20 agosto 2018. 
  • 5x1000 all'ARCI

    5x1000 all'ARCI

    Sostieni l’Arci e i suoi progetti con il 5 per mille sull’IRPEF!

Il 27 maggio per la giornata Antifascista si parla del "caso Maletti"

L’ANPI nazionale ha indetto per il 27 maggio una giornata nazionale per l’antifascismo da celebrarsi in ogni località d’Italia per riflettere e confrontarsi su cosa vuol dire essere antifascisti oggi. Arci, avendo l'Antifascismo fra i valori fondanti, aderisce alla giornata organizzata da Anpi, Cgil, Liberi e Giusti, e invita tutti e tutte a partecipare all'incontro pubblico "IL CASO MALETTI E LA VIOLENZA DEL COLONIALISMO FASCISTA" che si terrà sabato 27 maggio alle 15.30 a Mantova, presso il Teatro delle Cappuccine di piazza S. Leonardo. Durante l'incontro verrà proiettato il docu-film “Debre Libanos” realizzato da Tv2000 e avremmo modo di riflettere e discutere su quelle drammatiche vicende assieme al prof. Egidio Lucchini, autore di importanti interventi sull’argomento pubblicati su La Gazzetta di Mantova e Luigi Benevelli, presidente dell’Anpi di Mantova. Il generale Pietro Maletti (Castiglione delle Stiviere, 1880- Sidi el Barrani, 1940) Medaglia d’oro al Valor Militare è una figura di grande rilievo della storia spesso triste e criminale del colonialismo italiano nel Ventennio fascista. L'incontro sarà inoltre occasione per ragionare sull’attualità, sulle migrazioni e sulla deriva culturale del nostro Paese sui cui pesano le amnesie sugli “italiani brava gente” e la violenza fascista in Africa.

Il generale Maletti nel maggio 1937 fu organizzatore della uccisione di circa duemila fra preti, diaconi e fedeli copti ortodossi, nel santuario di Debra Libanos, in Etiopia; la più grande strage di cristiani mai compiuta in Africa da europei in età coloniale. Maletti agì per conto del generale Rodolfo Graziani, dopo il fallito attentato da quest’ultimo subito, ritenendo che il clero locale fosse fra i protagonisti e animatori della resistenza contro gli occupanti italiani. La questione, emersa nei mesi scorsi a seguito della proiezione del docu-film realizzato da TV 2000, l’emittente dei Vescovi italiani, ha avuto un seguito a Castiglione delle Stiviere dove, per iniziativa del Comune e il pieno sostegno della locale sezione ANPI, è stata intitolata a Maria Montessori la via prima intitolata al gen. Maletti. L’ANPI ha nei mesi scorsi proposto al Comune di Mantova di revocare l’intitolazione della via del quartiere di Valletta Paiolo tuttora intestata al generale Pietro Maletti.

Questo sito utilizza cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultare la nostra politica sui cookies.

Accetto i cookies da questo sito