• Campagna Tesseramento 2018/2019

    Campagna Tesseramento 2018/2019

    Più cultura meno paura: dal primo ottobre parte la campagna adesioni.
  • MantovaJazz 2018

    MantovaJazz 2018

    Dal 3 ottobre al 24 novembre si terrà la 37^ edizione di MantovaJazz.
  • Bando Servizio Civile 2018

    Bando Servizio Civile 2018

    Pubblicato il calendario dei colloqui di selezione qui.

Mantova Jazz raddoppia con un cartellone “young”: dall’11 ottobre al 23 novembre nei circoli Tom e Virgilio

Chi lo dice che il jazz è antiquato? Per sfatare questo luogo comune i circoli giovani Arci Tom e Virgilio hanno deciso di proporre un cartellone di concerti jazz pensati dai giovani, per i giovani e con proposte giovani. Dall’11 ottobre al 23 novembre sono 7 i concerti della sezione Mantova Jazz Young, che si svolgeranno nei club della città, luogo più facilmente frequentato da un pubblico giovane. Questo è uno degli elementi che è emerso dall’indagine sul pubblico del jazz compiuta negli ultimi anni da Arci Mantova, che segna un ravvivato interesse dei giovani nei confronti della musica jazz, dato che l’età media del pubblico si è notevolmente abbassata nelle ultime due edizioni del festival e, forse, anche all’istituzione della sezione jazz al Conservatorio di Mantova. I giovani non sono solo il pubblico di riferimento ma sono stati resi protagonisti anche nella parte di ideazione poiché la direzione artistica è stata allargata a under 35 musicisti e studenti del Conservatorio di Mantova e volontari attivi dei circoli Tom e Virgilio. Anche la proposta musicale ha voluto premiare i giovani dato che si trovano in cartellone proposte di artisti italiani emergenti. Tutti i concerti sono ad ingresso gratuito con tessera Arci 2018/2019. Apertura porte alle ore 20 con aperitivo a buffet; inizio concerti alle ore 21.30.

IL PROGRAMMA

Giovedì 11 ottobre, ore 21.30, Arci Virgilio D.O.V.E.
D.O.V.E. (Drums, Organ ,Vibes Ensemble) è tra le realtà più innovative nel panorama jazzistico contemporaneo grazie al ricercato connubio sonoro dei tre singolari strumenti, vibrafono, organo Hammond e batteria, sino ad oggi non ancora utilizzati insieme nel panorama musicale europeo. ll trio, che spazia dalle sonorità energiche e funky all'hard bop più raffinato, presenta ricercate composizioni originali dell’ensemble e ridipinge in chiave moderna ed innovativa alcuni tra i più bei capolavori del songbook americano. Il loro primo lavoro intitolato “Where are you?” è un concept album uscito esclusivamente in vinile e digitale dalla grafica molto particolare: il disco è infatti un “Gioco dell’oca” musicale, i cui protagonisti sono proprio gli strumenti del gruppo e viene venduto assieme al dado da gioco.

Giovedì 18 ottobre, ore 21.30, Arci Tom EMANCIPATION
Alessandro Rossi, classe 1989, è considerato uno dei batteristi più talentuosi ed eclettici dell’attuale scena del jazz. Emancipation è il suo primo progetto da leader di Alessandro Rossi. All’attivo decine di concerti tra festival e club tra Italia (*Iseo Jazz Festival*) e Romania (*Trasilvania Jazz Fest, North West Fest, Arcub Artist in Residence*). Nel 2018 *Emancipation* vince il premio *Tomorrow's Jazz*, concorso dedicato ai giovani talenti del jazz italiano, promosso da Veneto Jazz. Il disco, omonimo, è un insieme di brani originali che esprimono al meglio l’estetica del batterista nel proprio percorso di ricerca musicale. Tra le varie influenze presenti nel disco è particolarmente forte quella rock che culmina con un personale arrangiamento di “Lithium” dei Nirvana, mentre elettronica ed effetti colorano il disco, dandogli un timbro moderno, contemporaneo. Non manca il tributo al repertorio del jazz con un arrangiamento di “Punjab” (Joe Henderson). L’album è realizzato assieme a Andrea Lombardini (basso), Massimo Imperatore(chitarra) e Massimiliano Milesi (sassofoni), musicisti con i quali l’intesa musicale e umana si è affinata da tempo avendo avuto modo di collaborare assieme negli anni in diversi progetti. Il disco è prodotto da CAM JAZZ e fa parte della collana ‘presents’, dedicata ai nuovi talenti.

Venerdì 26 ottobre, ore 21.30, Arci Tom APARTICLE
Aparticle è Michele Bonifati, Giulio Stermieri, Ermanno Baron e Cristiano Arcelli. Band dalla matrice fortemente elettrica, con la presenza di chitarra, Rhodes ed Hammond, propone una sintesi personale di jazz, rock ed improvvisazione. Dopo un anno di lavoro Aparticle pubblica Bulbs, disco costituito interamente da materiale originale (scritto a quattro mani da Bonifati e Stermieri) che alterna momenti di grande rigore a spazi di grande libertà improvvisativa, groove, astrazione e slancio lirico. Durante i concerti saranno presentati i brani del disco ma anche nuove composizioni, a sottolineare una visione del progetto a lungo termine di cui ogni registrazione, ogni concerto, vuole essere documento del percorso svolto ed insieme nuovo punto di origine. L’importanza che assume il tempo presente tanto nella composizione quanto nell’organizzazione delle interazioni caratterizza Aparticle come un’improvising band.

Giovedì 1 novembre, ore 21.30, Arci Tom SILENT WATER
Il chitarrista e compositore Francesco Fiorenzani pubblicherà il suo album d’esordio Silent Water il 12 gennaio su etichetta Auand (distribuzione Goodfellas). Fiorenzani è alla guida di un quintetto composto da Achille Succi (sax alto/clarinetto basso), Luca Sguera (pianoforte),Francesco Ponticelli (contrabbasso) e Bernardo Guerra (batteria). La scelta dei membri del gruppo è motivata dalla loro esperienza e da affinità musicali con Fiorenzani. Achille Succi vanta una lunga carriera di collaborazioni e lavori brillanti, c’era già una collaborazione in atto che si è fatta piu stretta, e la sua spinta artistica è una costante fonte di ispirazione. Con Luca Sguera si sono conosciuti all’interno del Siena Jazz, è un giovane pianista molto promettente, dotato di una sensibilità davvero rara, caratteristica fondamentale per coesistere con una chitarra. Francesco Ponticelli al contrabbasso, rappresenta per Fiorenzani l’ideale di bassista, in grado di raccontare storie con uno strumento non sempre usato in questa chiave.Infine Bernardo Guerra alla batteria, anche lui giovane ma ormai lanciato nel panorama jazz italiano, un musicista di sostanza che sempre mette le sue idee al servizio della musica. Il progetto nasce nel 2016 e la vittoria del concorso per giovani compositori sponsorizzato dall’U.N.C.L.A. e dal Ministero, ha contribuito alla sua uscita discografica. Il repertorio è composto esclusivamente da brani originali composti da Fiorenzani, dove emergono le influenze che hanno segnato la sua personalità in questi primi anni. Il jazz è certamente un riferimento preciso in questo contesto, soprattutto nell’intenzione ritmica e nello sviluppo di ciascun brano. Sono inoltre chiare le influenze della scena New Yorkese dagli anni ’90 ad oggi, nelle scelte armoniche e melodiche dei brani, ispirandosi ai lavori di artisti come Kurt Rosenwinkel, David Binney, Ambrose Akinmusire. Emerge così dai brani una forte presenza di temi cantabili, appoggiati su armonie ricercate e complesse, che creano un ponte ideale tra la tradizione, il presente e quello che potrebbe diventare.

Giovedì 8 novembre, ore 21.30, Arci Virgilio STEP TWO
Step Two nasce dalla volontà di agire per sottrazione, togliendo il più possibile alla massa sonora per estrarre una musica in cui ogni nota ed ogni accento hanno peso e sono necessari. Una musica in cui non è concesso margine di errore, in cui si è sempre esposti ed in cui è impossibile mentire al pubblico. Una musica in cui "less is more". Il contrabbasso ed il sax, due strumenti dalla natura e dal ruolo apparentemente opposti ma che in questo caso trovano un punto di contatto proprio nel loro limite più evidente: la sostanziale incapacità di suonare accordi, limite che li relega al mondo della melodia. Sfruttando questa caratteristica comune il progetto Step Two trova la propria forza nell'aggrapparsi al magnetismo della melodia e del lirismo, impiegando le linee melodiche in un solido contrappunto che costruisce e descrive le armonie e le strutture dei brani ovviando così all'assenza di strumenti armonici. Il nome Step Two è un omaggio ad un autore a cui il duo è molto debitore, il sassofonista John Coltrane: Step rimanda a Giant Steps, uno dei brani più noti e complessi di Coltrane e Two è il numero degli strumenti che lo vanno ad eseguire. Del sassofonista americano il duo ha riletto le musiche portandole su un piano cameristico, rileggendo e riscrivendo i brani di Coltrane volendolo omaggiare trasformando la sua musica senza imitarla. Di questo lavoro è nato un disco dal titolo Binari con l'etichetta discografica Abeat, un lavoro interamente dedicato al grande sassofonista. Tuttavia Step Two comprende un repertorio più vasto che comprende brani originali. Questi brani saranno contenuti nel prossimo album.

Giovedì 15 novembre, ore 21.30, Arci Tom CLAROSCURO
È il trio ClarOscuro di Matteo Bortone, contrabbassista che si sta affermando a livello nazionale, e non solo, sia come strumentista che come compositore e leader, in particolare dopo esser stato eletto miglior nuovo talento italiano del 2015 all’annuale referendum della rivista Musica Jazz. Con Enrico Zanisi al pianoforte e Stefano Tamborrino alla batteria, musicisti di forti capacità interpretative, il trio esplora il mondo delle risonanze, delle timbriche e dei ruoli delle voci, dando vita a una musica intimista, che si svela poco a poco, ora delicata, ora energica, ma sempre attenta all’interazione e all’ascolto.

Venerdì 23 novembre, ore 21.30, Arci Tom SCIENCE FREAK
I ‘Science Freak’ sono un quartetto di fresca formazione che propone un repertorio originale di composizioni ispirate alla multiforme ricchezza della musica afro-americana. La spinta ‘groove’ della sezione ritmica (Gabriele Rampi Ungar e Enrico Truzzi) attinge a piene mani dal soul e dal R&B più moderno mentre le coinvolgenti incursioni solistiche della tromba (Fabrizio Gaudino) e della chitarra (Marcello Abate) si espandono in un linguaggio jazzistico ricco di improvvisazione e interplay!

L'Arco e le Pietre

Campagna tesseramento 2016/2017

Sala Prove e Studio Registrazione

Scarica l'APP di Arci

Questo sito utilizza cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultare la nostra politica sui cookies.

Accetto i cookies da questo sito