• Campagna Tesseramento 2017/2018

    Campagna Tesseramento 2017/2018

    Dal 1 ottobre si apre la campagna di tesseramento 2017/2018 dell'Arci.
  • Mantova Jazz, sezione YOUNG

    Mantova Jazz, sezione YOUNG

    Al via il Mantova jazz sezione YOUNG, artisti brillanti under 35.
  • Campi e laboratori antimafia

    Campi e laboratori antimafia

    Contributi per la partecipazione ai campi e laboratori antimafia
  • Campagna Ero Straniero

    Campagna Ero Straniero

    Raccolta firme per la campagna Ero Straniero
Eventi

Eventi (136)

Nella settimana del 25 Aprile e in quella antecedente, in molti circoli Arci della provincia di Mantova si sono svolti eventi culturali per promuovere e ricordare la memoria di una giornata importantissima per la nostra storia: la Liberazione dal nazi-fascismo. Infatti, anche a distanza di 72 anni molte, forse troppe, manifestazioni di apologia al fascismo si sono verificate, anche con atti al limite del vandalismo ai danni di enti chiaramente antifascisti come i circoli Arci. Per la festa della Liberazione, in prima linea in ambito culturale, il circolo Arci Dallò ha organizzato una due giorni ricca di incontri, mostre e concerti sul tema, coinvolgendo anche testimoni diretti della Resistenza. La partecipazione di soci e socie come sempre è stata importante ed ha ripagato il costante impegno dei volontari e dei dirigenti del circolo nel corso degli anni sul tema. A Gonzaga, presso il Circolo Arci Laghi Margonara, la testimonianze di Resistenza e Liberazione, sono avvenute tramite l'evento “R-Esistenze” tenutosi il 21 Aprile con la lettura di testi a tema, mentre nella giornata del 25 Aprile, l'attenzione è stata focalizzata di più sulla festa e la condivisione di valori anti-fascisti, con un pranzo per i soci e il concerto dei “Musicanti d'la Basa”. La festa è stata il filo conduttore nella giornata della Liberazione anche negli altri circoli tradizionali di Mantova e dintorni, grazie a pranzi, cene, e grigliate che hanno unito i soci, e non, in un'unica grande manifestazione di memoria civile. Affluenza positiva anche per il circolo Arci Primo maggio di San Benedetto Po, dove i soci nella giornata del 28 aprile hanno potuto apprezzare una giornata all'insegna del ricordo grazie a testimonianze di vita durante la guerra con l'evento “Il Nonno racconta” e poi, con la presentazione del libro “Partigiani a tavola”, quest'ultimo con la presenza delle autrici Lorena Carrara ed Elisabetta Salvini in una serata poi conclusasi con un concerto dei Cabrera. L’auspicio è che come recita un motto Arci, Resistenza sia una prerogativa di tutti giorni e di tutti.

I volontari civili in campo contro il digital gap dei soci e delle socie Arci. Nelle giornate del 12, 19 e 26 aprile al circolo Arci Primo maggio di San Benedetto Po, si sono svolti i primi due incontri del corso di informatica, dedicato principalmente ai soci meno abituati ad usare le nuove tecnologie. Il corso è stato realizzato da Solomon Taiwo, volontario di Arci Servizio Civile presso il circolo nell’ambito del progetto “Aggregazione senior”. Nel corso dei tre incontri pianificati gli otto iscritti (i posti disponibili erano 10) hanno l’occasione di sperimentare e conoscere le basi per un utilizzo corretto e consapevole del computer, partendo dai concetti base fondamentali come accensione, spegnimento, e funzioni principali, fino ad arrivare alla navigazione nel web, passando per creazione di account mail e i principali Social Network.Tutti i partecipanti si sono detti molto soddisfatti di ciò che hanno imparato negli incontri con Solomon, tanto da richiedere il “bis” una volta finito il percorso. Il progetto, nato per avvicinare persone e modi di comunicare di generazioni diverse è ancora attivo, e i volontari del servizio civile di Aggregazione Senior 2016-17 sono a disposizione dei circoli tradizionali che volessero proporre un corso di informatica di base ai propri soci. Eventuali richieste vanno inviate alla mai Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e ai numeri di telefono 03761500869, 3468038512 (Emanuele) o 3475181006 (Lorenzo) oppure 3510568314 (Saidou). I circoli interessati saranno poi contattati da Emanuele, Lorenzo e Saidou per l’organizzazione.

Questa di Siracusa rappresenta la terza edizione del Festival Sabir, dopo quelle tenute a Lampedusa (1-5 ottobre 2014) e a Pozzallo (11-15 maggio 2016). Il Festival è promosso dall'ARCI insieme ad ACLI e Caritas Italiana, con la collaborazione di Asgi, A Buon Diritto, Carta di Roma e CGIL Parteciperanno le reti internazionali Migreurop, EuroMedRights, Forum Civico Europeo e Solidar. Sabir si iscrive nell’ambito dei festeggiamenti dei 2750 anni dalla fondazione di Siracusa, che già prevedono numerosi eventi e iniziative organizzati dal Comune, che patrocinerà il nostro Festival. Data la collocazione geografica del Festival a Siracusa e l’agenda tanto nazionale che europea sul tema delle migrazioni, quest’anno i due assi centrali del Festival saranno da un lato la relazione, spesso strumentale e contraddittoria, tra cooperazione internazionale ed immigrazione nei paesi di origine e transito, dall’altro quello dei minori stranieri non accompagnati, sia per l'afflusso straordinario in Italia nell'ultimo anno che per la presenza numerosa proprio nelle strutture d’accoglienza di Siracusa e provincia. Come nelle edizioni precedenti, il Festival sarà caratterizzato sia da una forte partecipazione di rappresentanti delle società civile italiana e internazionale, sia da momenti formativi di altissimo livello, incontri internazionali, laboratori ed appuntamenti culturali di teatro, letteratura e musica.

La partecipazione come valore fondante, unita al mutualismo, l’importanza della cultura e l’attenzione ai più bisognosi. L’Arci, una delle associazioni più diffuse in Italia compie sessant’anni e li celebra con una serie di eventi a livello nazionale, il primo dei quali, dal titolo “La democrazia sconfigge la crisi”, si è svolto a Roma il 7 aprile. “In occasione dei 60 anni vorremmo ribadire che oggi è più che mai necessaria una connessione tra la politica, le istituzioni e i cittadini - sottolinea Francesca Chiavacci, presidente di Arci nazionale - Ma questo è possibile solo se la sinistra, che è il nostro mondo politico di riferimento, torna a guardare ai bisogni dei cittadini. In un momento di grande crisi economica bisogna affrontare il conflitto che attraversa la società attraverso un’azione quotidiana e concreta. E’ quello che noi facciamo, autonomamente dai partiti, ogni giorno con le buone pratiche che vorremmo fossero maggiormente riconosciute e utilizzate dalla politica”. Tra i temi al centro dell’agenda che l’Arci sottopone alla politica ci sono la lotta alla disuguaglianza e alla povertà, l’accoglienza ai migranti, la laicità, la difesa dei diritti civili, la cultura e la legalità democratica. “Non bisogna inoltre dismettere la battaglia dell’antimafia sociale – continua Chiavacci – oggi le mafie hanno cambiato faccia e si devono combattere con nuovi strumenti”. Ad oggi l’Arci conta più di un milione di soci, 4800 circoli, 108 comitati territoriali e 19 comitati regionali. “Questa per noi è una grande responsabilità perché rappresentiamo tanti cittadini – conclude la presidente - Negli anni anche noi siamo cambiati, abbiamo adeguato le nostre attività. Sessant’anni fa si insegnava a leggere a scrivere, oggi bisogna insegnare a pensare”. Il racconto per immagini dei 60 anni di Arci è disponibile sul canale youtube di Arci Mantova: https://youtu.be/R6ivDu1RX7k 

Mantova Jazz ci accompagna tutto l’anno: è stato ideato un nuovo logo "Mantova Jazz Approved" per segnalare gli eventi che sono in linea con lo spirito del Festival. Una sorta di marchio di qualità che permetterà agli appassionati di non perdere nessuna opportunità legata alle sonorità Jazz e Blues organizzate in vari contesti e al di fuori del cartellone ufficiale della prossima edizione del festival di Ottobre e Novembre 2017. Segnaliamo in particolare la rassegna "Link 2017: incontri, concerti e masterclass" organizzata dal Conservatorio di Mantova con il contributo del Comune di Mantova e la collaborazione di Arci Mantova. La rassegna di concerti e masterclass prenderà il via giovedì 13 aprile all'Arci Virgilio, con il concerto della virtuosa della voce e della chitarra jazz Francesca Bertazzo Hart. Due gli appuntamenti al Conservatorio: il 21 aprile sarà la volta di Dado Moroni, pianista e comporistore jazz mentre il 29 aprile tocca a Mike Maineri, vibrafonista jazz, produttore, arrangiatore e compositore jazz. Chiude la rassegna di concerti e masterclass il batterista jazz Stefano bagnoli il 12 maggio all'Arci Virgilio. Tutte le masterclass si terranno alle ore 16.30 mentre i concerti alle 21.30. Per conoscere ulteriori dettagli e conoscere gli altri eventi della rassegna potete scaricare il volantino qui.

L'8 marzo 1999 a Padova apriva il primo sportello di Banca Etica, un progetto in cui Arci aveva fortemente creduto e di cui è stata tra i soci fondatori. Dopo 18 anni, la prima e ad oggi unica esperienza in Italia di finanza etica può registrare un bilancio più che positivo: sono ormai oltre 40mila le persone e organizzazioni – tra cui centinaia di circoli e comitati Arci – socie della Banca il cui capitale sociale ha raggiunto i 60 milioni di euro. E l’Arci ha contribuito al raggiungimento di questo obiettivo aumentando per un valore di 100mila euro le azioni di Banca Etica sottoscritte. Un segnale della volontà dell’associazione di potenziare la collaborazione con l’istituto finanziario, che sostiene i progetti dell’Arci nel campo dell’accoglienza, della legalità, dello start-up associativo, dell’ambiente, della cultura e della cooperazione sociale. Banca Etica è attualmente presente su tutto il territorio italiano, con 17 filiali e 30 uffici dei banchieri ambulanti in, ha 1 succursale spagnola a Bilbao e uffici a Madrid a Barcellona, e 70 Gruppi di Iniziativa Territoriale in Italia e 20 in Spagna. Ha oltre 60.000 clienti, raccoglie 1 miliardo e 227 milioni di euro di risparmio e accorda 970 milioni di euro di finanziamenti a sostegno di 9.000 progetti eticamente e socialmente qualificati. Un motivo di grande soddisfazione per chi, come l’Arci, in questa impresa ha creduto, aiutandola a nascere, e con cui mantiene una collaborazione di valore strategico.

L'Arco e le Pietre

Campagna tesseramento 2016/2017

Sala Prove e Studio Registrazione

Scarica l'APP di Arci

Questo sito utilizza cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultare la nostra politica sui cookies.

Accetto i cookies da questo sito