• Campagna Tesseramento 2018/2019

    Campagna Tesseramento 2018/2019

    Più cultura meno paura: dal primo ottobre parte la campagna adesioni.
  • Bando Servizio Civile 2018

    Bando Servizio Civile 2018

    Pubblicate qui le graduatorie DEFINITIVE del bando del 20 agosto 2018. 
  • 5x1000 all'ARCI

    5x1000 all'ARCI

    Sostieni l’Arci e i suoi progetti con il 5 per mille sull’IRPEF!
Eventi

Eventi (141)

Il 19 e 20 Gennaio 2017 si è tenuta a Roma l'assemblea Nazionale di Arci Servizio Civile, che ha rappresentato anche un modo per festeggiare i trent’anni dell'Associazione. Per Arci Servizio Civile Mantova hanno partecipato due delegati: il presidente Mirco Dei Cas e il consigliere Veronica Giatti, oltre a Elisa Mirandola, invitata al Congresso in quanto volontaria in servizio presso Arci Mantova. In 30 anni di storia ASC ha accresciuto la propria consapevolezza e identità, quella di essere titolari di una funzione rilevante nella attuazione del Servizio Civile Nazionale e nella costruzione del Servizio Civile Universale, terza generazione del servizio civile in Italia. Questo è un dato particolarmente rilevante nel momento in cui l’aggravamento della situazione generale del Paese e dell’Unione Europea possono chiamarci a impegni inediti. Per questo i temi proposti dal Presidente Licio Palazzini nella sua relazione introduttiva (che trovate qui) hanno trovato ampio consenso anche nelle istituzioni e organizzazioni esterne che hanno preso parte ai lavori dell'assemblea.

Un viaggio nella storia e nella memoria per accompagnare le giovani generazioni alla comprensione del presente. Questo l’obiettivo del progetto Promemoria_Auschwitz. In questa quarta edizione, promossa dall’associazione Deina e dall’Arci, più di 1300 giovani, fra i 16 e i 18 anni, provenienti da 7 regioni italiane, parteciperanno a un percorso di educazione alla cittadinanza, che vede il suo momento più importante nel viaggio in treno che li porterà a Cracovia e agli ex lagher di Aushwitz e Birkenau. Quest’anno i viaggi saranno due, per far fronte alle numerosissime richieste di partecipazione giunte agli organizzatori. Il primo treno partirà dal Brennero il 2 febbraio e farà ritorno l’8, il secondo il 10 per tornare il 16. I viaggi saranno preceduti da numerosi incontri di formazione, volti ad approfondire il contesto storico della seconda guerra mondiale e delle deportazioni.

Il 19 e 20 gennaio a Roma di terrà la 15^ Assemblea Nazionale di Arci Servizio Civile che nel 2016 ha compiuto 30 anni. L'assemblea sarà quindi occasione, oltre che per rinnovare gli organi dirigenti, per festeggiare i 30 anni di attività insieme ai suoi soci, collaboratori e volontari. Per l'occasione Arci Servizio civile Nazionale ha raccolto materiali fotografici e video delle varie sedi sparse sul territorio che verranno mostrati in sintesi in apertura dei lavori la mattina del 19 gennaio. Si apriranno poi i lavori congressuali, con momenti di confronto plenario alternato a lavoro per gruppi sui tre temi di maggiore attualità: il servizio civile universale e nuovi profili giovanili; le risorse umane necessario allo sviluppo di Arci Servizio Civile nel Servizio Civile Universale, la progettazione all’estero: Servizio Civile Europeo, Corpi Civili di Pace. Secondo i dati raccolti nell'ultimo rapporto nazionale (ottobre 2015), Arci Servizio Civile Nazionale ha attualmente accreditato 1.196 soggetti sociali per 2.674 sedi di attuazione e ha avviato quasi mille giovani al servizio civile in 107 progetti. I soci di Arci Servizio Civile Mantova sono 10: Auser Mantova, il comitato provinciale Arci Mantova e i circoli Arci Tom, Papacqua, Virgilio, Fuzzy, Dallò, Casbah, Primo Maggio, Laghi Margonara. Nel 2016 sono stati finanziati 3 progetti di Arci Servizio Civile Mantova, che hanno permesso a 16 volontari e volontarie di prendere servizio a partire da settembre 2016.

Grande successo per la trentacinquesima edizione di Mantova Jazz. Un successo dato non solo dai numeri ma anche dai risultati emersi dal monitoraggio fatto dai volontari civili di Arci Mantova durante le serate del cartellone. I risultati ci dicono che oltre un terzo degli spettatori viene da fuori provincia, soprattutto dalle città vicine come Modena, Parma, Reggio Emilia, Verona, Brescia, Cremona. Il grande interesse verso il cartellone proposto lo si evince anche dalla tipologia di spettatori: meno della metà degli intervistati aveva già preso parte ad edizioni precedenti del festival, mentre il 54% degli spettatori ha partecipato per la prima volta alla rassegna. E' piaciuto il cartellone proposto ma è piaciuta anche la formula: un festival che copre un periodo ampio di tempo (un mese e mezzo come quest'anno) è piaciuto a 8 spettatori su 10. Il questionario ha permesso anche di tracciare un profilo dello spettatore del festival. L'età media è pari a 42 anni; il pubblico è prevalentemente costituito da maschi (due su tre) ed ha un titolo di studio medio alto (laureati nel 42% dei casi, diplomati nel 40%). Uno spettatore su due è lavoratore subordinato mentre uno su quattro è libero professionista o lavoratore autonomo. La restante parte è data soprattutto da studenti o pensionati. Quasi due su tre studiano o hanno studiato uno strumento musicale: chitarra, piano, basso e batteria per lo più.

Ha preso avvio a fine novembre la rilevazione campionaria sulle istituzioni non profit, che ha cadenza biennale e coinvolge un campione di circa 40 mila istituzioni suddivise in diverse tipologie: associazioni culturali, sportive e ricreative, cooperative sociali, fondazioni, enti ecclesiastici, organizzazioni di volontariato, organizzazioni non governative, sindacati, istituzioni di studio e ricerca, di formazione, mutualistiche e sanitarie. La realizzazione di indagini campionarie ad integrazione dei dati di fonte amministrativa risponde alla nuova strategia Istat nell’ambito della quale si avvia la prima edizione del Censimento permanente sulle Istituzioni non profit che produrrà, almeno ogni due anni, le informazioni statistiche storicamente fornite dai censimenti tradizionali. L’obiettivo è quello di integrare le informazioni presenti nel Registro statistico delle istituzioni non profit e rilevare informazioni utili a cogliere aspetti peculiari e la dinamicità del settore. Alle unità selezionate nel campione viene inviato il plico di rilevazione tramite posta o posta elettronica certificata. Le informazioni richieste sono riferite all’anno 2015 (al 31 dicembre 2015 nel caso di dati strutturali). Oltre che nel tradizionale formato su carta, il questionario può essere compilato on line. Sul sito dedicato sono disponibili una Guida alla compilazione, contenuti multimediali e una sezione dedicata alle domande più frequenti. La Rilevazione si chiuderà il 10 marzo 2017. Come sempre, tutti i dati raccolti dovranno essere tutelati dal segreto d’ufficio e dal segreto statistico è consentita l’identificazione di nessun soggetto per fini diversi da quelli puramente statistici. Chiediamo ai circoli di Arci Mantova di avvisare tempestivamente i nostri uffici della ricevuta della comunicaizone da parte di Istat.

Anche quest'anno abbiamo organizzato un pranzo natalizio in compagnia dei beneficiari del progetto Sprar, il servizio di accoglienza per rifugiati e richiedenti asilo della Provincia di Mantova, a cui Arci Mantova aderisce. Al pranzo prenderanno parte anche tutti gli operatori e i volontari dei circoli che, quest'anno, hanno contribuito a realizzare le attività culturali e socializzanti proposte ai ragazzi. I beneficiari hanno frequentato il circolo Arci Fuzzy durante il corso di ginnastica ludica, il corso di italiano per stranieri e le proiezioni di film in italiano, oltre a supportare i volontari del circolo nell'organizzazione delle feste di quartiere; inoltre, grazie alla collaborazione di Daniele Mattioli, hanno partecipato più volte alle attività della ciclofficina. Il circolo Arci Papacqua ha organizzato la rituale cena di benvenuto di inizio agosto ed ha accolto un ragazzo al corso di shiatsu. Alcuni beneficiari hanno frequentato il circolo Arci Donini per svagarsi qualche ora giocando a bigliardino o imparando, sotto la sapiente direzione dei soci anziani del circoli, le regole del biliardo all'italiana. A febbraio è stata inaugurata la mostra fotografica "Con gli occhi di Enea", realizzata dalla volontaria del circolo Arci Virgilio Silvia Talarico assieme ad alcuni beneficiari che hanno preso parte attivamente al progetto fotografico. Guidati dagli Scarponauti i beneficiari hanno visitato Palazzo Ducale a Mantova e fatto una passeggiata per le verdi campagne attorno a Castiglione delle Stiviere. I ragazzi si sono recati al Dallò durante numerosi eventi e hanno contribuito alla loro realizzazione: aperitivi a tema, partite di calcio, manifestazioni in piazza. Alcuni di loro hanno poi fatto volontariato in Arci Festa e seguito corsi propedeutici di computer. Uno dei beneficiari ha preso servizio l'anno scorso presso il comitato conn un progetto di Servizio Cvili, terminando a giugno 2016 mentre altri due beneficiari hanno avviato il loro servizio civile presso Arci Mantova e il circolo Arci Casbah a settembre 2016.

Questo sito utilizza cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultare la nostra politica sui cookies.

Accetto i cookies da questo sito