• Campagna Tesseramento 2018/2019

    Campagna Tesseramento 2018/2019

    Più cultura meno paura: dal primo ottobre parte la campagna adesioni.
  • MantovaJazz 2018

    MantovaJazz 2018

    Dal 3 ottobre al 24 novembre si terrà la 37^ edizione di MantovaJazz.
  • Bando Servizio Civile 2018

    Bando Servizio Civile 2018

    Il bando scade il 28 settembre alle ore 18.00.

Numerose sono le iniziative dei circoli Arci per la Festa della Liberazione. Al circolo Arci Salardi sabato 21 aprile alle 16 "Terra e libertà. La Resistenza raccontata dai nipoti", un incontro coordinato da Maurizio Pieretti con tre testimoni indiretti che racconteranno le gesta di nonni e genitori che hanno partecipato alla lotta per la liberazione dell'Italia dal giogo nazifascista. Si parlerà di Angelo e Giuseppe Gatto, padre e figlio di Casaleone (Verona); la nipote Laura di Mantova racconterà come i due, assieme a donne e bambini, furono intimiditi dai fascisti perché rivelassero dove era nascosto il nonno partigiano. Ales Mai di Mantova parlerà di suo padre Vittorio che dopo l'8 settembre 1943 prima si aggregò ai partigiani di Tito e poi si spostò nel Mantovano per proseguire la lotta di resistenza con le brigate partigiane. Infine, Luca Bonventi di Ostiglia ricorderà il nonno Giovanni, condannato a 12 anni di carcere nel 1922 dal regime fascista. Fuggito, trovò riparo in Russia e nel 1928 venne arrestato a Roma e condannato a 21 anni di reclusione.

L’ANPI nazionale ha indetto per il 27 maggio una giornata nazionale per l’antifascismo da celebrarsi in ogni località d’Italia per riflettere e confrontarsi su cosa vuol dire essere antifascisti oggi. Arci, avendo l'Antifascismo fra i valori fondanti, aderisce alla giornata organizzata da Anpi, Cgil, Liberi e Giusti, e invita tutti e tutte a partecipare all'incontro pubblico "IL CASO MALETTI E LA VIOLENZA DEL COLONIALISMO FASCISTA" che si terrà sabato 27 maggio alle 15.30 a Mantova, presso il Teatro delle Cappuccine di piazza S. Leonardo. Durante l'incontro verrà proiettato il docu-film “Debre Libanos” realizzato da Tv2000 e avremmo modo di riflettere e discutere su quelle drammatiche vicende assieme al prof. Egidio Lucchini, autore di importanti interventi sull’argomento pubblicati su La Gazzetta di Mantova e Luigi Benevelli, presidente dell’Anpi di Mantova. Il generale Pietro Maletti (Castiglione delle Stiviere, 1880- Sidi el Barrani, 1940) Medaglia d’oro al Valor Militare è una figura di grande rilievo della storia spesso triste e criminale del colonialismo italiano nel Ventennio fascista. L'incontro sarà inoltre occasione per ragionare sull’attualità, sulle migrazioni e sulla deriva culturale del nostro Paese sui cui pesano le amnesie sugli “italiani brava gente” e la violenza fascista in Africa.

Nella settimana del 25 Aprile e in quella antecedente, in molti circoli Arci della provincia di Mantova si sono svolti eventi culturali per promuovere e ricordare la memoria di una giornata importantissima per la nostra storia: la Liberazione dal nazi-fascismo. Infatti, anche a distanza di 72 anni molte, forse troppe, manifestazioni di apologia al fascismo si sono verificate, anche con atti al limite del vandalismo ai danni di enti chiaramente antifascisti come i circoli Arci. Per la festa della Liberazione, in prima linea in ambito culturale, il circolo Arci Dallò ha organizzato una due giorni ricca di incontri, mostre e concerti sul tema, coinvolgendo anche testimoni diretti della Resistenza. La partecipazione di soci e socie come sempre è stata importante ed ha ripagato il costante impegno dei volontari e dei dirigenti del circolo nel corso degli anni sul tema. A Gonzaga, presso il Circolo Arci Laghi Margonara, la testimonianze di Resistenza e Liberazione, sono avvenute tramite l'evento “R-Esistenze” tenutosi il 21 Aprile con la lettura di testi a tema, mentre nella giornata del 25 Aprile, l'attenzione è stata focalizzata di più sulla festa e la condivisione di valori anti-fascisti, con un pranzo per i soci e il concerto dei “Musicanti d'la Basa”. La festa è stata il filo conduttore nella giornata della Liberazione anche negli altri circoli tradizionali di Mantova e dintorni, grazie a pranzi, cene, e grigliate che hanno unito i soci, e non, in un'unica grande manifestazione di memoria civile. Affluenza positiva anche per il circolo Arci Primo maggio di San Benedetto Po, dove i soci nella giornata del 28 aprile hanno potuto apprezzare una giornata all'insegna del ricordo grazie a testimonianze di vita durante la guerra con l'evento “Il Nonno racconta” e poi, con la presentazione del libro “Partigiani a tavola”, quest'ultimo con la presenza delle autrici Lorena Carrara ed Elisabetta Salvini in una serata poi conclusasi con un concerto dei Cabrera. L’auspicio è che come recita un motto Arci, Resistenza sia una prerogativa di tutti giorni e di tutti.

Il 7 marzo 2017, nell’aula del consiglio regionale lombardo, viene approvata con tutti i voti del centro destra una mozione che esprime la solidarietà del consiglio regionale alle forze dell’ordine e contesta l’operato del sindaco di Pavia Depaoli, in merito ai fatti accaduti il 5 novembre 2016. Letta così potrebbe sembrare una mozione come tante, un riconoscimento al lavoro di una componente importante della nostra comunità, ma se torniamo il 5 novembre a Pavia scopriamo quanto preoccupante sia questa mozione. In tarda serata si tiene un corteo ‘autorizzato’ di estrema destra in ricordo del ‘camerata Zilli’ (morto in un incidente stradale nel 1973). La rete antifascista, che si era mobilitata da tempo chiedendo di vietare il corteo, scende in piazza per un presidio ‘non autorizzato’ di natura pacifica, il sindaco Depaoli si presenta come figura che tende a smorzare le tensioni. Eppure le forze dell’ordine, senza motivazioni, caricano per due volte gli antifascisti con manganellate che provocano alcuni feriti, lasciando invece che il corteo prosegua la sua strada con i suoi orpelli neofascisti e che sfoghi i suoi singulti minacciosi contro il circolo Arci Radio Aut. Ecco allora che la mozione assume un aspetto avallante le formazioni di estrema destra, cancellando nei fatti la nostra Costituzione antifascista.

Anche dopo il 25 aprile continuano le celebrazioni della Liberazione dal Nazifascismo con una giornata partigiana di festa, film e incontri. Domenica 8 maggio alle 17.30 al Cinema del Carbone Massimo Zamboni presenterà il suo libro “L’eco di uno sparo”, intervistato da Marco Cerri. Alle 19.30 rinfresco per tutti e, alle 21, proiezione del film “Il nemico, un breviario partigiano” di Federico Spinetti con presentazione di Massimo Zamboni. Ingresso libero e gratuito. L’evento è organizzato da Arci Mantova, Cinema del Carbone, Anpi Mantova, Arci Virgilio e Cgil Mantova. La locandina dell’evento la trovate qui.
INFO: 0376 369860 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – www.ilcinemadelcarbone.it 

Un patto per diffondere la Memoria e ricordare la Resistenza attraverso la promozione di iniziative teatrali, musicali, artistiche, convegnistiche e attività nelle scuole rivolte agli studenti passando dai Viaggi della Memoria, in Italia e all'estero, fino ad arrivare alle tante manifestazioni che ogni anno si organizzano durante la Giornata della Memoria (27 Gennaio), la Giornata del Ricordo ( 10 Febbraio) e - naturalmente - la Giornata della Liberazione del 25 Aprile. Questo il fondamento dell’accordo nazionale stipulato in questi giorni da Arci e Anpi per rafforzare quello che è già un legame solido tra due organizzazioni che da sempre si impegnano per la difesa dei valori della Resistenza e per la preservazione della Memoria. Un risultato importante che darà voce a un bisogno indispensabile, quello di conoscere la Storia per capire meglio il mondo di oggi, per sviluppare cittadinanza attiva e consapevole e per riconoscere i meccanismi sociali e culturali che hanno portato in passato a terribili tragedie.

"La resistenza oggi si chiama nonviolenza, la liberazione oggi si chiama disarmo". Arci, Arci Servizio Civile e numerosissimi altri enti e associazioni promuovono una grande manifestazione nonviolenta nazionale a Verona, venerdì 25 aprile dalle 14 alle 20, nella splendida cornice dell'Arena di Verona. Molti i grandi nomi che presenzieranno alla manifestazione: Alex Zanotelli, Luigi Ciotti, Simone Cristicchi, Eugenio Finardi, Alessandro Mannarino, Alberto Patrucco e tanti altri testimoni di pace; Gad Lerner intervisterà i sindaci per la smilitarizzazione del territorio, Renato Accorinti e Paolo Pisu, e i rappresentanti delle forze sociali, Gianni Bottalico e Susanna Camusso. 

 

Come ogni anno l’Arci e i suoi circoli organizzano sul territorio tante iniziative ricordare la Resistenza contro il nazi-fascismo. Quest’anno il 25 aprile è dedicato ad Arrigo Diodati, partigiano e fondatore dell’Arci e presidente onorario di Arci fino alla sua morte, avvenuta pochi mesi fa. Numerosi gli eventi organizzati dai circoli Arci di Mantova e Provincia in occasione di questa importante ricorrenza, sia in città, come nei circoli Arci Salardi, Te Brunetti, Cinciana, Donini, sia in provincia, grazie ai circoli Casbah di Pegognaga, Primo Maggio di San Benedetto Po, Campitello, Chinaski di Sermide, Fratelli Cervi di Bozzolo, Goodwin di Seravalle a Po e alla collaborazione fra Laghi Margonara e Gli Scarponauti nella campagna gonzaghese.

64 fotografie di luoghi della nostra provincia e della città - edifici, corti, cascine, lapidi, cippi - per raccontare gli uomini e donne che caddero e soffrirono in nome degli ideali di libertà, eguaglianza, dignità umana. E' questo lo scopo della mostra, recentemente inaugurata e organizzata negli spazi del Circolo Arci Salardi sul tema della Resistenza al nazifascismo negli anni dal 1943 al 1945, visitabile fino al 30 maggio 2015.

L'Arco e le Pietre

Campagna tesseramento 2016/2017

Sala Prove e Studio Registrazione

Scarica l'APP di Arci

Questo sito utilizza cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultare la nostra politica sui cookies.

Accetto i cookies da questo sito