• Campagna Tesseramento 2017/2018

    Campagna Tesseramento 2017/2018

    Dal 1 ottobre si apre la campagna di tesseramento 2017/2018 dell'Arci.
  • Mantova Jazz, sezione YOUNG

    Mantova Jazz, sezione YOUNG

    Al via il Mantova jazz sezione YOUNG, artisti brillanti under 35.
  • Campi e laboratori antimafia

    Campi e laboratori antimafia

    Contributi per la partecipazione ai campi e laboratori antimafia
  • Campagna Ero Straniero

    Campagna Ero Straniero

    Raccolta firme per la campagna Ero Straniero

Per i nostri sessant’anni il manifesto ha deciso di pubblicare un inserto speciale di 16 pagine che andrà in edicola il 22 giugno col giornale. L’inserto si aprirà con un articolo della presidente nazionale e, dopo un excursus sulla storia dell’Arci dalle origini a oggi, si avvarrà dei contributi di esponenti delle associazioni nate in ambito Arci e che oggi fanno parte della Federazione, oltre che di personaggi come don Ciotti, Susanna Camusso e Carlo Smuraglia. Verrà dato spazio all’importanza che hanno avuto e hanno nella costruzione della nostra identità i settori dei diritti culturali (con un articolo di Federico Amico) e dei diritti dei migranti (con un articolo di Filippo Miraglia). Il supplemento contiene anche 4 locandine storiche dell'Arci in formato poster e uno spazio verrà dedicato alle nostre foto d’epoca, spesso più efficaci, nel raccontarci, di tante parole. Non perdete dunque il manifesto del 22 e aiutateci a diffondere l’inserto, strumento non solo celebrativo ma utilissimo per far conoscere l’Arci di ieri e di oggi.

Il 20 giugno rappresenta una data che nei nostri cuori produce un’ombra: è il giorno della morte di una persona importante, speciale, determinante per la storia dell’Arci. È il giorno in cui ci ha lasciato Tom Benetollo. Ognuno di noi, tra coloro che hanno vita più antica da dirigente dell’associazione, associa a questa data ricordi personali, incontri, parole, riunioni, conversazioni con questo grande Presidente. Tom è stata una delle personalità politiche nella storia della sinistra italiana che ha saputo trasmettere stimoli culturali, suggestioni, intuizioni che ancora non sono state colte fino in fondo. Ma, oggi più che mai, occorre ricordare il segno e il protagonismo politico che alla nostra associazione venne dato dalla dirigenza di Tom. Con determinazione e con coraggio (e un po’ di solitudine) Tom impresse una svolta. L’Arci, associazione nata per occupare il tempo libero e far crescere la consapevolezza dei cittadini, fondata sulla partecipazione e su un rapporto diretto e coinvolgente coi cittadini stessi, avrebbe potuto svolgere la sua ‘missione’ originaria solo se non avesse rinunciato a far conoscere la propria opinione sulle ingiustizie del mondo, contro la guerra e l’ordine sbagliato e violento che in quegli anni si andava affermando. E per dare seguito a quella convinzione si adoperò per costruire reti internazionali, organizzando manifestazioni, diventando, e con lui l’Arci, catalizzatore e promotore di movimenti che riempirono le piazze italiane ed europee.

Attenzione, è arrivato lo Spuntnik! Non si tratta di un satellite ma di un nuovo circolo Arci che è nato a Porto Mantovano, in via Spinelli n° 6. Come potete immaginare dal nome, è un circolo culturale italo-russo nato dall'idea un gruppo di giovani ragazzi e capitanato dal Presidente Eugenio Dotti. Lo Sputnik è aperto tutte le sere e, nei fine settimana, potete trovare magnifici e curati aperitivi musicali. Ogni domenica, dalle 15 alle 23, il palco è a dispozione di tutti i giovani musicisti che vogliano esibirsi in una jam session blues, jazz, folk, popo, rock, hip hop e molto altro. Propone inoltre un corso di fotografia digitale base il martedì sera dalle 20.30 alle 22.30. Per informazioni su eventi e attività potete contattare la pagina facebook: www.facebook.com/ArciSputnik 

Nonostante le fondate polemiche e le condivisibili critiche che hanno accolto EXPO 2015 sin dalla sua nascita, vi sono almeno tre buone ragioni per cui Arci deve partecipare a questa grande manifestazione. La prima è che non si può rinunciare a priori a proporre pubblicamente le nostre idee e la nostra visione a tutti coloro – singoli, istituzioni, organizzazioni, ecc. – che saranno presenti o visiteranno l’EXPO, una straordinaria finestra aperta sul mondo per i prossimi sei mesi. La seconda motivazione, che entra più nel merito del tema di Expo2015, nasce dalla necessità di intervenire con forza sui modelli agroalimentari dominanti, che strutturalmente causano disuguaglianze e negazione di diritti, in primo luogo quello dell’accesso al cibo, promuovendo invece un dibattito pubblico sul diritto al cibo e sulle azioni a sostegno della realizzazione globale della Sovranità Alimentare.

L'Arco e le Pietre

Campagna tesseramento 2016/2017

Sala Prove e Studio Registrazione

Scarica l'APP di Arci

Questo sito utilizza cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultare la nostra politica sui cookies.

Accetto i cookies da questo sito